Category : innovazione

innovazione

Le passioni sulla Rete

egitto popolizio computer internet repubblica

L’11 febbraio del 1999 era in edicola il numero 17 de “la Repubblica – Computer internet e altro” settimanale del quotidiano sulle tematiche della Rete.

Ho ritrovato a casa questo numero dove è presente un articolo di Sabina Berra che, fra l’altro, recensiva una pagina Web del mio primo sito popolizio.com, dedicata all’antico Egitto.

E sul quel numero vi era anche l’editoriale scritto da quel grande giornalista e innovatore (e tifoso del Napoli), che è poi diventato mio amico, Vittorio Zambardino, “Il Grande Fratello è cinese”, che già allora aveva anticipato i tempi di almeno una quindicina di anni.

Su popolizio.com c’erano due delle mie grandi passioni: la geografia e l’antico Egitto (l’altra è la musica).

Feci quello che vado dicendo da sempre, ai ragazzi e nelle mie docenze: utilizzare il Web per condividere passioni. Solo trasferendo le proprie passioni sulla Rete si possono imparare cose che poi potrai utilizzare per il tuo lavoro.
A quei tempi ero un pubblicitario e cominciai a studiare la Rete Internet e il Web. Da oltre 10 anni, il mio lavoro si fonda sostanzialmente sulle quegli studi e quelle curiosità verso le nuove tecnologie.

Lo so, il sito non è aggiornato; ma meglio così: il giorno che accesi il mio vecchio Macintosh per aggiornarlo, ricevetti la telefonata di quella che poi sarebbe diventata l’amore della mia vita, Rosa De Vivo.

Di seguito le immagini del settimanale.

 

copertina computer internet repubblica zambardino computer internet repubblicaegitto popolizio computer internet repubblica

 

Read More
innovazione

Tim Berners-Lee e la storia del Web

codice html
Faccio riferimento a A Little History of the World Wide Web e la data del 23 agosto non compare da nessuna parte, né tantomeno su History of the World Wide Web nè su Webfoundation.
Diciamo che nell’agosto del 1991 Tim Berners-Lee cambiò per sempre la vita dell’umanità (senza brevetti) e per questo gliene saremo per sempre grati.
Read More