Category : napoli

comunicazione napoli

Razzismo, che altro…

sky razzista

Succede che ieri sera, 10 giugno, durante una partita di rugby su Sky i signori Molla e De Rossi per descrivere le giocate di un giocatore dicono “sembra venire da Mergellina” con risatine becere. Dopo 5 minuti: “adesso apre il tavolino e fa il gioco delle tre carte“.
E questo, come ho già scritto in altri ambiti e ad altri signori, è razzismo.
Per le pie anime che si stracciano le vesti, per razzismo intendo quello che afferma la Treccani: “Più genericam., complesso di manifestazioni o atteggiamenti di intolleranza originati da profondi e radicati pregiudizî sociali ed espressi attraverso forme di disprezzo ed emarginazione nei confronti di individui o gruppi appartenenti a comunità etniche e culturali diverse, spesso ritenute inferiori: episodî di r. contro gli extracomunitarî.”

E si, perché fra uno scippo e un bagno a Mergellina, di tanto in tanto leggo anche un libro.

Read More
marketing napoli

Napoli è cultura

vesuvio

Stamattina ho letto un articolo di un signore, che, essendo stato “per ben” 4 giorni a Napoli, è riuscito a vedere le sigarette di contrabbando, le buste della spazzature buttate a cavolo (come se in altre città questo non succedesse), i prezzi che cambiano a seconda dell’utente, i prodotti contraffatti e altre amenità, del cabotaggio “pulecenella-pizza-mandolino-sigarette-scippi-putipù”, etc. Beh, sono sue idee e le rispetto.

Presumo che in 4 giorni, quindi, non abbia avuto tempo per fare altro, che ne so, andare al MANN, al Museo di Capodimonte, al Museo di Pietrarsa, al Madre, alla Biblioteca Nazionale,  al Museo di San Martino, passeggiare per la Pedamentina, ma anche mangiare un’ottima pizza, due sfogliatelle, mangiare un gelato sul lungomare, godersi Napoli, insomma, e non solo tentare di scoprire, con morbosità, le cose che non vanno.

Nel frattempo, ieri, due signore di una cittadina del Piemonte mi hanno chiesto, sulla metro, dove avrebbero potuto acquistare prodotti contraffatti; quando ho risposto che forse avrebbero potuto occupare meglio il loro tempo, visto che erano a Napoli, si sono fatte rosse e blu.

Ora scusate, ma devo andare a mettermi il mio solito vestito di Pulcinella, che si è asciugato, e farmi il pisolino pomeridiano.

 

Read More